#distanza Instagram Photos & Videos

distanza - 101.9k posts

    Ogni tanto c’è chi si “diverte” ad effettuare dei test su modelli di #smartphone anche un pò più datati. Si parla di un #iPhone 7, messo in produzione qualche #anno fa che, a quanto pare, sembra non aver superato il test per le emissioni delle radiazioni. La prova è stata effettuata dal Chicago Tribune che ha misurato la #radiazione emessa da alcuni smartphone in #commercio e, tra essi, solo l’iPhone 7 non rispetta le #norme americane. Non #solo, ma le radiazioni registrate sono esattamente il doppio #rispetto a quanto dichiarò #Apple all’epoca della presentazione dello smartphone. Dopo questa #notizia, la FCC (acronimo di Federal Communications Commission) ha affermato di voler avviare delle indagini per accertare se quanto detto rappresenti effettivamente la #verità. Se i futuri test, che saranno effettuati dalla FCC, risulteranno in linea con quanto dichiarato dal Chicago Tribune, allora effettivamente l’iPhone 7 sarà considerato un telefono #pericoloso per la #salute. Lo #studio effettuato dal quotidiano di Chicago ha visto coinvolti diversi #telefoni, come ad esempio anche gli iPhone più moderni (iPhone 8, 8 Plus, X), ma anche i #Samsung Galaxy S9/S8, i #Motorola E5/G6, e altri. Le distanze dalle quali sono state analizzate le radiazioni sono state di 2, 5, 10 e 15 mm. Secondo quanto riportato dal quotidiano, l’iPhone 7 non rispetta né le radiazioni da 2, né quelle da 5 millimetri. Tuttavia, riporta sempre il Chicago Tribune, i test andrebbero aggiornati perché una volta il #telefono si portava nei taschini e, al #giorno d’#oggi, invece, sono continuamente a contatto con la #pelle. Dunque, si dovrebbe dare più importanza alle #distanze ravvicinate rispetto a quelle più lontane. Infatti, sembrerebbe che, alla #distanza di 2 millimetri, nessuno smartphone rispetti i requisiti minimi per l’emissione delle radiazioni. Può sembrare strano ma, nell’arco di tutte e 24 le ore, uno smartphone sta letteralmente a contatto con la pelle, il che risulterebbe essere molto #pericoloso per la salute. #tecnologia

    Ogni tanto c’è chi si “diverte” ad effettuare dei test su modelli di #smartphone anche un pò più datati. Si parla di un  #iPhone 7, messo in produzione qualche #anno fa che, a quanto pare, sembra non aver superato il test per le emissioni delle radiazioni. La prova è stata effettuata dal Chicago Tribune che ha misurato la #radiazione emessa da alcuni smartphone in #commercio e, tra essi, solo l’iPhone 7 non rispetta le #norme americane. Non #solo, ma le radiazioni registrate sono esattamente il doppio #rispetto a quanto dichiarò #Apple all’epoca della presentazione dello smartphone. Dopo questa #notizia, la FCC (acronimo di Federal Communications Commission) ha affermato di voler avviare delle indagini per accertare se quanto detto rappresenti effettivamente la #verità. Se i futuri test, che saranno effettuati dalla FCC, risulteranno in linea con quanto dichiarato dal Chicago Tribune, allora effettivamente l’iPhone 7 sarà considerato un telefono #pericoloso per la #salute. Lo #studio effettuato dal quotidiano di Chicago ha visto coinvolti diversi #telefoni, come ad esempio anche gli iPhone più moderni (iPhone 8, 8 Plus, X), ma anche i #Samsung Galaxy S9/S8, i #Motorola E5/G6, e altri. Le distanze dalle quali sono state analizzate le radiazioni sono state di 2, 5, 10 e 15 mm. Secondo quanto riportato dal quotidiano, l’iPhone 7 non rispetta né le radiazioni da 2, né quelle da 5 millimetri. Tuttavia, riporta sempre il Chicago Tribune, i test andrebbero aggiornati perché una volta il #telefono si portava nei taschini e, al #giorno d’ #oggi, invece, sono continuamente a contatto con la #pelle. Dunque, si dovrebbe dare più importanza alle #distanze ravvicinate rispetto a quelle più lontane. Infatti, sembrerebbe che, alla #distanza di 2 millimetri, nessuno smartphone rispetti i requisiti minimi per l’emissione delle radiazioni. Può sembrare strano ma, nell’arco di tutte e 24 le ore, uno smartphone sta letteralmente a contatto con la pelle, il che risulterebbe essere molto #pericoloso per la salute.  #tecnologia

    3 0 8 hours ago
    Molto spesso, ciò che frena gli utenti dal mettersi in #forma è il costo della strumentazione da usare per allenarsi, e badare al proprio stato di #salute. Proprio per tale motivo, sono sempre più numerose le #realtà, anche emergenti, che propongono soluzioni low cost, per altro ricche di funzionalità, idonee per la maggior parte delle esigenze salutistiche: esattamente come nel caso delle ultime creazioni wearable di GOQii, Kospet, e Blitzwolf. Dall’americana (dal #cuore indiano) GOQii arriva la smartband GOQii RunGPS (31 euro, o 2.499 rupie) che non solo attenziona la qualità del #sonno, ma anche diverse #attività sportive (#ciclismo, #camminata, #corsa), mediante il supporto hardware di un localizzatore GPS e di un cardiofrequenzimetro ottico (rilevamento continuo od ogni 5 minuti), potendo consultare sul display OLED i dati distribuiti attraverso 6 comode schermate (relative ai #passi fatti, alla durata dell’#allenamento, alla frequenza cardiaca, alle #calorie bruciate, alla #distanza percorsa, e all’andatura tenuta). Il valore aggiunto della nuova sportband, la cui autonomia è di circa 7 #giorni dopo una singola carica via microUSB, è rappresentato dall’#applicazione, per Android/iOS, GOQii che offre 3 mesi di abbonamento gratuito ad un servizio di consulenza medica ed a un personal trainer, oltre al normale accesso a un Health Store per #comprare #alimenti sani da assumere, a un GOQii Play contenente video tutorial, ed alla GOQii Arena ove incontrare altre #persone con le quali sfidarsi nel migliorare le prestazioni. Dalla cinese Kospet, già apprezzata per i rotondeggianti Kospet Brave e Kospet Optimus Pro, arriva il #nuovo #smartwatch Kospet Magic (13 #euro, nelle colorazioni nero, rosa, blu), con un display circolare da 1.3 pollici risoluto a 240 x 240 pixel sotto il quale albergano una #batteria da 140 mAh, accreditata di 8 ore di #autonomia in stand-by, e 128 KB di RAM. Grazie al Bluetooth è possibile ricevere le #notifiche dello smartphone mentre, col resto dell’hardware, tra cui un GPS ed un cardiofrequenzimetro, si rileva la #qualità del sonno ed il feedback nelle attività #sportive. #tecnologia

    Molto spesso, ciò che frena gli utenti dal mettersi in #forma è il costo della strumentazione da usare per allenarsi, e badare al proprio stato di #salute. Proprio per tale motivo, sono sempre più numerose le #realtà, anche emergenti, che propongono soluzioni low cost, per altro ricche di funzionalità, idonee per la maggior parte delle esigenze salutistiche: esattamente come nel caso delle ultime creazioni wearable di GOQii, Kospet, e Blitzwolf. Dall’americana (dal #cuore indiano) GOQii arriva la smartband GOQii RunGPS (31 euro, o 2.499 rupie) che non solo attenziona la qualità del #sonno, ma anche diverse #attività sportive ( #ciclismo, #camminata, #corsa), mediante il supporto hardware di un localizzatore GPS e di un cardiofrequenzimetro ottico (rilevamento continuo od ogni 5 minuti), potendo consultare sul display OLED i dati distribuiti attraverso 6 comode schermate (relative ai #passi fatti, alla durata dell’ #allenamento, alla frequenza cardiaca, alle #calorie bruciate, alla #distanza percorsa, e all’andatura tenuta). Il valore aggiunto della nuova sportband, la cui autonomia è di circa 7 #giorni dopo una singola carica via microUSB, è rappresentato dall’ #applicazione, per Android/iOS, GOQii che offre 3 mesi di abbonamento gratuito ad un servizio di consulenza medica ed a un personal trainer, oltre al normale accesso a un Health Store per #comprare #alimenti sani da assumere, a un GOQii Play contenente video tutorial, ed alla GOQii Arena ove incontrare altre #persone con le quali sfidarsi nel migliorare le prestazioni. Dalla cinese Kospet, già apprezzata per i rotondeggianti Kospet Brave e Kospet Optimus Pro, arriva il #nuovo  #smartwatch Kospet Magic (13 #euro, nelle colorazioni nero, rosa, blu), con un display circolare da 1.3 pollici risoluto a 240 x 240 pixel sotto il quale albergano una #batteria da 140 mAh, accreditata di 8 ore di #autonomia in stand-by, e 128 KB di RAM. Grazie al Bluetooth è possibile ricevere le #notifiche dello smartphone mentre, col resto dell’hardware, tra cui un GPS ed un cardiofrequenzimetro, si rileva la #qualità del sonno ed il feedback nelle attività #sportive. #tecnologia

    3 0 8 hours ago
    “ 𝙰 𝚖𝚎 𝚟𝚊 𝚋𝚎𝚗𝚎 
𝚊𝚗𝚌𝚑𝚎 𝚍𝚒𝚜𝚝𝚊𝚗𝚝𝚒, 
𝚝𝚊𝚗𝚝𝚘 𝚝𝚒 𝚙𝚘𝚛𝚝𝚘 𝚌𝚘𝚗 𝚖𝚎. “ 📎 💙 #distanza #missyou

    “ 𝙰 𝚖𝚎 𝚟𝚊 𝚋𝚎𝚗𝚎
    𝚊𝚗𝚌𝚑𝚎 𝚍𝚒𝚜𝚝𝚊𝚗𝚝𝚒,
    𝚝𝚊𝚗𝚝𝚘 𝚝𝚒 𝚙𝚘𝚛𝚝𝚘 𝚌𝚘𝚗 𝚖𝚎. “ 📎 💙 #distanza #missyou

    86 0 8 hours ago
    Che scusa banale la distanza. 
Le persone si lasciano perché non riescono a sostenere questa distanza. Ma perché? Solo poche di noi sono fortunate ad avere il proprio #militare a pochi passi da loro, o vedersi i fine settimana. Tutto il resto del mondo militare vive costantemente una relazione a #distanza ! Per molti di noi diventa la normalità. 
È una scusa lasciarsi per la distanza. Non soffre soltanto una persona, ma entrambi. Non è una condizione personale ma della coppia. Eppure (nella maggior parte dei casi, senza generalizzare), noi siamo qui, ad aspettarvi. E mi commuovo quando leggo le vostre storie, dove avete lottato per raggiungervi, dove i mesi passano e la passione si fa più forte. Adoro queste coppie che sanno aspettare. 
#amarsi anche nelle difficoltà. Chi sa aspettarsi ha già vinto. -curù 
#lavostracurù #amareunmilitare

    Che scusa banale la distanza.
    Le persone si lasciano perché non riescono a sostenere questa distanza. Ma perché? Solo poche di noi sono fortunate ad avere il proprio #militare a pochi passi da loro, o vedersi i fine settimana. Tutto il resto del mondo militare vive costantemente una relazione a #distanza ! Per molti di noi diventa la normalità.
    È una scusa lasciarsi per la distanza. Non soffre soltanto una persona, ma entrambi. Non è una condizione personale ma della coppia. Eppure (nella maggior parte dei casi, senza generalizzare), noi siamo qui, ad aspettarvi. E mi commuovo quando leggo le vostre storie, dove avete lottato per raggiungervi, dove i mesi passano e la passione si fa più forte. Adoro queste coppie che sanno aspettare.
    #amarsi anche nelle difficoltà. Chi sa aspettarsi ha già vinto. -curù
    #lavostracurù #amareunmilitare

    79 5 13 hours ago
    💕~Me li farei a piedi tutti quei km che ci separano~💕 #ibf #distanza

    💕~Me li farei a piedi tutti quei km che ci separano~💕 #ibf #distanza

    5 2 17 hours ago

Top #distanza posts