#riforme Instagram Photos & Videos

Statistics

We looked inside some of the posts tagged with #riforme and here's what we found interesting.

Inside 36 Posts

Time between posts:
13 hours
Average like
94.4
Average comment
10.8
Posts with video
1/36
Posts with photo
35/36

Hashtag Popularity

@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now
In queste ore stanno avvenendo pesanti manifestazioni in Cile, e l'aumento dei prezzi dei mezzi pubblici è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Inizialmente era una cosa partita dai giovani, che si è tirata dietro tutta la popolazione frustrata.
Dalle 21 alle 7 ci sarà il coprifuoco, e non è chiaro cosa avverrà a chi verrà visto in strada.
E non stiamo parlando di piccole manifestazioni: l'esercito ha posizionato i carri armati per strada.

Ovviamente spero che il minor numero di persone rimarrà coinvolto (perché sempre di umani parliamo).
Non è ancora chiara la situazione, ma posso dire due cose:
La prima, l'esercito è stato repressivo pesantemente, violando i diritti umani
La seconda, mia opinione personale, non banalizziamo.
Ovviamente condanno tutte le malefatte, ma allo stesso modo chi per manifestare una un certo tipo di violenza.
Per supportare questa pagina, seguitemi, @politicanow_ , lasciate un mi piace e fate girare🧡👍. Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now
In queste ore stanno avvenendo pesanti manifestazioni in Cile, e l'aumento dei prezzi dei mezzi pubblici è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Inizialmente era una cosa partita dai giovani, che si è tirata dietro tutta la popolazione frustrata.
Dalle 21 alle 7 ci sarà il coprifuoco, e non è chiaro cosa avverrà a chi verrà visto in strada.
E non stiamo parlando di piccole manifestazioni: l'esercito ha posizionato i carri armati per strada.

Ovviamente spero che il minor numero di persone rimarrà coinvolto (perché sempre di umani parliamo).
Non è ancora chiara la situazione, ma posso dire due cose:
La prima, l'esercito è stato repressivo pesantemente, violando i diritti umani 
La seconda, mia opinione personale, non banalizziamo.
Ovviamente condanno tutte le malefatte, ma allo stesso modo chi per manifestare una un certo tipo di violenza.
Per supportare questa pagina, seguitemi, @politicanow_ , lasciate un mi piace e fate girare🧡👍. Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto
108 4 21 hours ago
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti, e bentornati su Politica Now

Sulla TV politica per eccellenza, LA 7, il giornalista Nuzzi ha chiesto a Elsa Fornero se sapesse chi fosse CiccioGamer, mentre si stava parlando di giovani.

Il fatto mi sembra molto interessante, oltre che per il sorriso smagliante di Nuzzi, perché porta alla luce per l'ennesima volta noi g-g-giovani dimenticati dall'Italia, che veniamo catalogati come quelli che guardano CiccioGamer.
Carlo Calenda su Twitter lo ha pure insultato... ma in che mondo viviamo?

Da un lato c'è Elsa Fornero, che sta a stretto contatto con i giovani, ed è stata ministra delle politiche sociali; dall'altro abbiamo il generalista Nuzzi, che non sa di cosa parla.
Eppure siamo proprio noi quelli che, per colpa di quelli come Nuzzi, che non pensano al futuro, dovremo pagare la sua pensione, e reggere il peso di un welfare costosissimo.
Più Fornero e CiccioGamer, meno Nuzzi.

Ciao a tutti, e bentornati su Politica Now

Sulla TV politica per eccellenza, LA 7, il giornalista Nuzzi ha chiesto a Elsa Fornero se sapesse chi fosse CiccioGamer, mentre si stava parlando di giovani.

Il fatto mi sembra molto interessante, oltre che per il sorriso smagliante di Nuzzi, perché porta alla luce per l'ennesima volta noi g-g-giovani dimenticati dall'Italia, che veniamo catalogati come quelli che guardano CiccioGamer.
Carlo Calenda su Twitter lo ha pure insultato... ma in che mondo viviamo?

Da un lato c'è Elsa Fornero, che sta a stretto contatto con i giovani, ed è stata ministra delle politiche sociali; dall'altro abbiamo il generalista Nuzzi, che non sa di cosa parla.
Eppure siamo proprio noi quelli che, per colpa di quelli come Nuzzi, che non pensano al futuro, dovremo pagare la sua pensione, e reggere il peso di un welfare costosissimo.
Più Fornero e CiccioGamer, meno Nuzzi.
129 21 18 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

La manovra finanziaria, in cui si è deciso come e dove mettere i nostri bei soldini, è stata approvata.
Nei prossimi giorni parleremo sicuramente nel dettaglio di tutti i cambiamenti (seguitemi per rimanere aggiornati 🧡) Ma ciò su cui volevo soffermarmi oggi è su ciò che condannerà l'Italia: ogni anno, per promesse elettorali assurde ed infondate, approviamo manovre altrettanto assurde, costosissime senza un beneficio oggettivo del paese.
E, non avendo i soldi per pagarle, oltre a gridare "buuu" all'Europa (che fortunatamente ci impedisce di fare cazzate) rimandiamo tutto all'anno dopo. C'è sempre qualcosa dentro l'armadio, e pensiamo che, visto che nessuno ne parla, il problema sia effettivamente sparito.

E questo anno il nostro scheletro è l'aumento dell'IVA, dovuto principalmente a Reddito e Quota 100.
I politici devono prendersi la responsabilità delle loro azioni: Conte può essersi pentito quanto vuole, ma il SUO governo ha approvato le manovre di cui parlavamo.
E anche noi mettiamoci in prospettiva: il nostro voto a un politico non è una cosa inutile o un voto di simpatia, ma è consigliargli le chiavi del Paese.

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto. Ho ragione o no?

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

La manovra finanziaria, in cui si è deciso come e dove mettere i nostri bei soldini, è stata approvata.
Nei prossimi giorni parleremo sicuramente nel dettaglio di tutti i cambiamenti (seguitemi per rimanere aggiornati 🧡) Ma ciò su cui volevo soffermarmi oggi è su ciò che condannerà  l'Italia: ogni anno, per promesse elettorali assurde ed infondate, approviamo manovre altrettanto assurde, costosissime senza un beneficio oggettivo del paese.
E, non avendo i soldi per pagarle, oltre a gridare "buuu" all'Europa (che fortunatamente ci impedisce di fare cazzate) rimandiamo tutto all'anno dopo. C'è sempre qualcosa dentro l'armadio, e pensiamo che, visto che nessuno ne parla, il problema sia effettivamente sparito.

E questo anno il nostro scheletro è l'aumento dell'IVA, dovuto principalmente a Reddito e Quota 100.
I politici devono prendersi la responsabilità delle loro azioni: Conte può essersi pentito quanto vuole, ma il SUO governo ha approvato le manovre di cui parlavamo. 
E anche noi mettiamoci in prospettiva: il nostro voto a un politico non è una cosa inutile o un voto di simpatia, ma è consigliargli le chiavi del Paese.

Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto. Ho ragione o no?
115 11 17 October, 2019
@ilgiornaledellarchitettura Profile picture

@ilgiornaledellarchitettura

Una e divisibile. Il nodo dei musei. Le mosse del ministro Franceschini tra remore sulla proprietà, scelte gestionali e il caso “precoce” della Sicilia. Di regionalismo differenziato torna a parlare il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, marcando proprio in questo ambito la “diversità di impostazione”, per usare le sue parole, rispetto alla professata linea di continuità generale col suo predecessore Alberto Bonisoli. L’ex ministro, infatti, non aveva fatto mistero di una sua forte contrarietà all’autonomia, definendola “un casino”. Un’apertura, invece, quella di Franceschini, nei confronti di bozze d’intesa coperte dal segreto, che non sorprende poi molto. L’avvio del negoziato con Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna era infatti avvenuto sotto il Governo Gentiloni, e anche la revisione costituzionale del 2001, quella che ha riformato il Titolo V prevedendo che le regioni possono chiedere forme e condizioni particolari di autonomia in diversi ambiti, è avvenuta sotto un governo di centrosinistra. In continuità, dunque, nel programma sottoscritto da PD e 5 Stelle l’autonomia differenziata è confermata, anche se in qualche modo corretta dalla richiesta di approvazione dei livelli essenziali delle prestazioni, dal fondo perequativo e da una “ricognizione ponderata” delle materie e competenze.
.
.
.
#ilgiornaledellarchitettura #inchieste #autonomieregionali #musei #mibact #beniculturali #patrimonio #valledeitempli #veneto #lombardia #emiliaromagna #riforme #cultura #palazzoducale #brera #pinacotecadibrera #certosa #villagiulia #accademia #appiaantica #sicilia

Una e divisibile. Il nodo dei musei. Le mosse del ministro Franceschini tra remore sulla proprietà, scelte gestionali e il caso “precoce” della Sicilia. Di regionalismo differenziato torna a parlare il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, marcando proprio in questo ambito la “diversità di impostazione”, per usare le sue parole, rispetto alla professata linea di continuità generale col suo predecessore Alberto Bonisoli. L’ex ministro, infatti, non aveva fatto mistero di una sua forte contrarietà all’autonomia, definendola “un casino”. Un’apertura, invece, quella di Franceschini, nei confronti di bozze d’intesa coperte dal segreto, che non sorprende poi molto. L’avvio del negoziato con Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna era infatti avvenuto sotto il Governo Gentiloni, e anche la revisione costituzionale del 2001, quella che ha riformato il Titolo V prevedendo che le regioni possono chiedere forme e condizioni particolari di autonomia in diversi ambiti, è avvenuta sotto un governo di centrosinistra. In continuità, dunque, nel programma sottoscritto da PD e 5 Stelle l’autonomia differenziata è confermata, anche se in qualche modo corretta dalla richiesta di approvazione dei livelli essenziali delle prestazioni, dal fondo perequativo e da una “ricognizione ponderata” delle materie e competenze.
.
.
.
#ilgiornaledellarchitettura #inchieste #autonomieregionali #musei #mibact #beniculturali #patrimonio #valledeitempli #veneto #lombardia #emiliaromagna #riforme #cultura #palazzoducale #brera #pinacotecadibrera #certosa #villagiulia #accademia #appiaantica #sicilia
47 0 17 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now
Nel programma Porta a porta, Renzi e Salvini, come preannunciato, si sono scontrati, facendo il dibattito televisivo (cose Statunitensi insomma). Come è andata?
I due hanno sparato uno all'altro tutti i fallimenti dei rispettivi governi, con una retorica e slogan tipici.
Ma il punto è proprio questo: non si è parlato di nuove riforme e non ci sono state discussioni serie, ma praticamente attacchi ad personam.

Ma perché Salvini ha accettato il confronto?
Beh, la risposta è semplice: propaganda.
Chiaramente il loro obbiettivo non era "convertire" nuovi fan, ma rafforzare gli elettori: nel momento in qui ti scontri con il tuo nemico, e ti contrapponi totalmente, e l'altro fa lo stesso, lo scontro ideologico è netto, e le persone rafforzano le loro convinzioni.

E questo lo possiamo vedere dai social: "guardate Salvini come ha blastato Renzi" o viceversa.
Non so voi, ma sono stufo.
Invito tutti a non buttare il loro tempo così, ma a discutere seriamente e confrontarsi con l'avversario, che come te, vuole il bene del paese (si spera).
E perché non farlo su questa pagina 👍😂 Cosa ne pensate? Ho ragione o il livello del dibattito era più nobile? Fatemi sapere tutto qua sotto.

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now
Nel programma Porta a porta, Renzi e Salvini, come preannunciato, si sono scontrati, facendo il dibattito televisivo (cose Statunitensi insomma). Come è andata?
I due hanno sparato uno all'altro tutti i fallimenti dei rispettivi governi, con una retorica e slogan tipici.
Ma il punto è proprio questo: non si è parlato di nuove riforme e non ci sono state discussioni serie, ma praticamente attacchi ad personam.

Ma perché Salvini ha accettato il confronto?
Beh, la risposta è semplice: propaganda.
Chiaramente il loro obbiettivo non era "convertire" nuovi fan, ma rafforzare gli elettori: nel momento in qui ti scontri con il tuo nemico, e ti contrapponi totalmente, e l'altro fa lo stesso, lo scontro ideologico è netto, e le persone rafforzano le loro convinzioni.

E questo lo possiamo vedere dai social: "guardate Salvini come ha blastato Renzi" o viceversa. 
Non so voi, ma sono stufo.
Invito tutti a non buttare il loro tempo così, ma a discutere seriamente e confrontarsi con l'avversario, che come te, vuole il bene del paese (si spera).
E perché non farlo su questa pagina 👍😂 Cosa ne pensate? Ho ragione o il livello del dibattito era più nobile? Fatemi sapere tutto qua sotto.
176 35 16 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Mentre i giornali sono intasati di "Instagram è diventato nero!", i Curdi soccombono.
Non vorrei dire che la propaganda sovranista ha fatto effetto, ma la propaganda sovranista ha fatto veramente effetto:
Vedo molti che dicono "Aiutare i Curdi è inutile" . Lo stesso Trump dice che non li aiuta perché "non hanno aiutato nella 2° guerra mondiale".
Ci siamo rinchiusi, e non solo per colpa del sovranismo, nella convinzione che finché i problemi sono lontani e non riguardano noi, non bisogna preoccuparsi e agire.
Ma, e questo vale per qualsiasi problema, dobbiamo agire: se l'UE non appoggia i Curdi, che portano avanti valori occidentali, questi verranno sconfitti e il medio oriente tornerà quel luogo razzista senza auto determinazione dei popoli

Come ha osservato Shy di Breaking Italy, la Turchia ha una economia che è misera in confronto alla sola Italia. Dazi combinati, e smettere immediatamente di vendere armi, sarebbe la loro fine.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Mentre i giornali sono intasati di "Instagram è diventato nero!", i Curdi soccombono.
Non vorrei dire che la propaganda sovranista ha fatto effetto, ma la propaganda sovranista ha fatto veramente effetto:
Vedo molti che dicono "Aiutare i Curdi è inutile" . Lo stesso Trump dice che non li aiuta perché "non hanno aiutato nella 2° guerra mondiale".
Ci siamo rinchiusi, e non solo per colpa del sovranismo, nella convinzione che finché i problemi sono lontani e non riguardano noi, non bisogna preoccuparsi e agire.
Ma, e questo vale per qualsiasi problema, dobbiamo agire: se l'UE non appoggia i Curdi, che portano avanti valori occidentali, questi verranno sconfitti e il medio oriente tornerà quel luogo razzista senza auto determinazione dei popoli

Come ha osservato Shy di Breaking Italy, la Turchia ha una economia che è misera in confronto alla sola Italia. Dazi combinati, e smettere immediatamente di vendere armi, sarebbe la loro fine.

Cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto
182 14 15 October, 2019
@riforme_ Profile picture

@riforme_

Por aqui a obra continua a todo vapor!
Olha que lindo está ficando🥰❤️ .
#reforma #riforme #arquitetura #obra #design #interior #decoração

Por aqui a obra continua a todo vapor!
Olha que lindo está ficando🥰❤️ .
#reforma #riforme #arquitetura #obra #design #interior #decoração
9 0 14 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Come detto ieri, Erdogan ha minacciato l'Europa, e pare che continui a farlo.
Ma perché può farlo (chi è interessato, seconda immagine per leggere della sua dichiarazione). La Turchia ha una posizione fondamentale:
Infatti, paese del NATO, è l'unico alleato occidentale che può fornire un punto per entrare in medio oriente.

Inoltre, noi europei, abbiamo fatto la solita cazzata: pagare una potenza dittatoriale straniere per trattenere milioni di migranti, così che arriveranno tutti in una volta alla caduta del regime, o come in questo caso, quando al dittatore girano le palle.
Se ci facciamo ricattare così per dei migranti, cosa faremo quando ci saranno i problemi seri?

Cosa ne pensate? Dobbiamo espellere la Turchia dal NATO? Come dobbiamo affrontare le minacce?

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Come detto ieri, Erdogan ha minacciato l'Europa, e pare che continui a farlo.
Ma perché può farlo (chi è interessato, seconda immagine per leggere della sua dichiarazione). La Turchia ha una posizione fondamentale:
Infatti, paese del NATO,  è l'unico alleato occidentale che può fornire un punto per entrare in medio oriente.

Inoltre, noi europei, abbiamo fatto la solita cazzata: pagare una potenza dittatoriale straniere per trattenere milioni di migranti, così che arriveranno tutti in una volta alla caduta del regime, o come in questo caso, quando al dittatore girano le palle.
Se ci facciamo ricattare così per dei migranti, cosa faremo quando ci saranno i problemi seri?

Cosa ne pensate? Dobbiamo espellere la Turchia dal NATO? Come dobbiamo affrontare le minacce?
151 18 12 October, 2019
@doctorsale Profile picture

@doctorsale

Avanti con le #riforme

Avanti con le #riforme
2 0 11 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Dopo il ritiro definitivo delle truppe USA dalla Siria, come previsto, la Turchia ha dichiarato guerra ai Curdi.
Questi vogliono costituire il Kurdistan, che gli è stato sempre negato dalla dittatura turca.

Presumo che ai vertici dell'UE si stia facendo una lunga pausa caffè, visto che i Curdi, unici che si avvicinano ai valori occidentali, oltre che l'autodeterminazione dei popoli, sono lasciati soli al loro destino.

Ma non puntiamo solo il dito contro Trump, ma piuttosto contro di noi.
Dobbiamo imporci come garanti della democrazia (ma senza "esportare democrazia").
Se creiamo un unico esercito europeo, potremmo farci rispettare in Medio Oriente.
Lo so che suona molto dittatura, ma dobbiamo sporcarci le mani per il bene superiore. Altrimenti ci sarà una continua guerra senza capo ne coda.

La Turchia ci ha minacciato di far entrare in Europa quasi 4 milioni di migranti in caso di attacco: non possiamo tollerare una dittatura in Europa che minaccia: uniti per fare la differenza.

Voi cosa ne pensate? Dobbiamo intervenire? Perchè? Cosa dobbiamo fare? Fatemi sapere tutto qua sotto

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Dopo il ritiro definitivo delle truppe USA dalla Siria, come previsto, la Turchia ha dichiarato guerra ai Curdi.
Questi vogliono costituire il Kurdistan, che gli è stato sempre negato dalla dittatura turca.

Presumo che ai vertici dell'UE si stia facendo una lunga pausa caffè,  visto che i Curdi, unici che si avvicinano ai valori occidentali, oltre che l'autodeterminazione dei popoli, sono lasciati soli al loro destino.

Ma non puntiamo solo il dito contro Trump, ma piuttosto contro di noi.
Dobbiamo imporci come garanti della democrazia (ma senza "esportare democrazia").
Se creiamo un unico esercito europeo, potremmo farci rispettare in Medio Oriente.
Lo so che suona molto dittatura, ma dobbiamo sporcarci le mani per il bene superiore. Altrimenti ci sarà una continua guerra senza capo ne coda.

La Turchia ci ha minacciato di far entrare in Europa quasi 4 milioni di migranti in caso di attacco: non possiamo tollerare una dittatura in Europa che minaccia: uniti per fare la differenza.

Voi cosa ne pensate? Dobbiamo intervenire? Perchè? Cosa dobbiamo fare? Fatemi sapere tutto qua sotto
167 31 11 October, 2019
@volttorino Profile picture

@volttorino

#Efficacia, #efficienza, economicità: questi dovrebbero essere le tre #qualità dell’amministrazione #pubblica.
Ci chiediamo se l’Anagrafe di #Torino si riconosca in esse: a ben vedere (il servizio di @laRepubblica lo testimonia) le code sono lunghe e non si riesce a recepire le pratiche. Nemmeno presentarsi ben prima dell’alba è utile. Ore di #sonno e ore di lavoro che se ne vanno per pratiche talvolta molto semplici.
Causa dello scompiglio sarebbe il ritorno allo #sportello libero, dopo un periodo di #sperimentazione di prenotazione del turno.
E se oltre a prevedere la prenotazione del turno si affiancassero modalità #digitali di disbrigo delle pratiche, supportate da corsi di #alfabetizzazione digitale?

Ecco l’innovazione che vorremmo! @voltitalia #riformaPA #riforme #mareaviola #wewillvoteu #volt

#Efficacia, #efficienza, economicità: questi dovrebbero essere le tre #qualità dell’amministrazione #pubblica.
Ci chiediamo se l’Anagrafe di #Torino si riconosca in esse: a ben vedere (il servizio di @laRepubblica  lo testimonia) le code sono lunghe e non si riesce a recepire le pratiche. Nemmeno presentarsi ben prima dell’alba è utile. Ore di #sonno e ore di lavoro che se ne vanno per pratiche talvolta molto semplici.
Causa dello scompiglio sarebbe il ritorno allo #sportello libero, dopo un periodo di #sperimentazione di prenotazione del turno.
E se oltre a prevedere la prenotazione del turno si affiancassero modalità #digitali di disbrigo delle pratiche, supportate da corsi di #alfabetizzazione digitale?

Ecco l’innovazione che vorremmo! @voltitalia #riformaPA #riforme #mareaviola #wewillvoteu #volt
34 0 10 October, 2019
@pierre_ograbek Profile picture

@pierre_ograbek

#Polonia di nuovo denunciata dalla #Commissione #UE: il nuovo "regime di disciplina" per i #giudici #polacchi spaventa #Bruxelles.
Come garantire l' #indipendenza della #giustizia?
Ne abbiamo parlato stasera:
http://www.rsi.ch/play/radio/redirect/detail/12173641 .
.
#Cortedigiustizia #commissioneeuropea #riforme #Varsavia #castelloreale #placzamkowy #kolumnazygmunta #zamekkrólewski #staremiasto #Polska

#Polonia di nuovo denunciata dalla #Commissione #UE: il nuovo "regime di disciplina" per i #giudici #polacchi spaventa #Bruxelles.
Come garantire l'#indipendenza della #giustizia?
Ne abbiamo parlato stasera:
http://www.rsi.ch/play/radio/redirect/detail/12173641 .
.
#Cortedigiustizia #commissioneeuropea #riforme #Varsavia #castelloreale #placzamkowy #kolumnazygmunta #zamekkrólewski #staremiasto #Polska
23 0 10 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornato su Politica Now
Sicuramente sapete che, il taglio dai parlamentari è legge. Ovviamente verrà applicato dalla prossima legislatura, a meno che non ci sia un referendum contro, indetto probabilmente dai parlamentari.

Ma è una riforma positiva?
In Italia abbiamo uno degli apparati parlamentari più grandi d'Europa, ma così ci sarà il problema opposto: 1 parlamentare che rappresenta 150.000 persone.
"Eh, ma ci rimette soldi in tasca" verissimo, più o meno 1 euro a cittadino per anno.
Mi pare che ci nascondiamo dietro un dito se i 5 Stelle spendono miliardi per una manovra che si è rivelata assistenzialista e poi vogliono ad ogni costo questi spicci...
Altro fattore interessante: ai tempi di Renzi tutti contro, adesso quasi la totalità ha votato a favore.
Non cambiano le riforme, ma la percezione che le persone (me e voi in primis) hanno di loro.
Questa, che doveva esser la "manovra anti casta" è proprio l'opposto: il paese è in mano a pochi eletti, più facile da corrompere e che possono fare il loro interesse personale.

Voi cosa ne pensate? Approvate la manovra? Perchè? Fatemi sapere tutto qua sotto!

Ciao a tutti e bentornato su Politica Now 
Sicuramente sapete che, il taglio dai parlamentari è legge. Ovviamente verrà applicato dalla prossima legislatura, a meno che non ci sia un referendum contro, indetto probabilmente dai parlamentari.

Ma è una riforma positiva?
In Italia abbiamo uno degli apparati parlamentari più grandi d'Europa, ma così ci sarà il problema opposto: 1 parlamentare che rappresenta 150.000 persone.
"Eh, ma ci rimette soldi in tasca" verissimo, più o meno 1 euro a cittadino per anno.
Mi pare che ci nascondiamo dietro un dito se i 5 Stelle spendono miliardi per una manovra che si è rivelata assistenzialista e poi vogliono ad ogni costo questi spicci...
Altro fattore interessante: ai tempi di Renzi  tutti contro, adesso quasi la totalità ha votato a favore. 
Non cambiano le riforme, ma la percezione che le persone (me e voi in primis) hanno di loro.
Questa, che doveva esser la "manovra anti casta" è proprio l'opposto: il paese è in mano a pochi eletti, più facile da corrompere e che possono fare il loro interesse personale.

Voi cosa ne pensate? Approvate la manovra? Perchè? Fatemi sapere tutto qua sotto!
119 29 10 October, 2019
@jaco_bosix_99 Profile picture

@jaco_bosix_99

Teatro Sociale

IL CALCIO E I MONDIALI
La prima giornata de @ilfestivaldellosport si è aperta nel segno del calcio, con due ospiti di eccezione e assoluti protagonisti del panorama calcistico mondiale: Gianni Infantino, presidente FIFA, e Pierluigi Collina, capo commissione arbitri FIFA. Tra i temi trattati, oltre a una rapida ripercorrenza della storia dei mondiali attraverso un video realizzato da FIFA TV, spiccano:
- l'organizzazione logistica di Qatar 2022;
- la nuova formula della competizione pronta ad entrare in vigore dal 2026 (48 squadre, 16 gironi da 3, un turno in più di eliminazione diretta), con riforme riguardanti la preparazione fisica e tecnica degli arbitri;
- miglioramenti per l'uso del VAR e della tecnologia in campo;
- ulteriori sviluppi nell'ambito del calcio femminile.

#IlFestivalDelloSport #GazzettaDelloSport #iFdS #Trento #TeatroSociale #Collina #PierluigiCollina #Infantino #GianniInfantino #FIFA #CalcioMondiale #CoppaDelMondo #FIFAWorldCup #VAR #MoviolaInCampo #CalcioFemminile #Riforme #Sviluppo

IL CALCIO E I MONDIALI
La prima giornata de @ilfestivaldellosport si è aperta nel segno del calcio, con due ospiti di eccezione e assoluti protagonisti del panorama calcistico mondiale: Gianni Infantino, presidente FIFA, e Pierluigi Collina, capo commissione arbitri FIFA. Tra i temi trattati, oltre a una rapida ripercorrenza della storia dei mondiali attraverso un video realizzato da FIFA TV, spiccano:
- l'organizzazione logistica di Qatar 2022;
- la nuova formula della competizione pronta ad entrare in vigore dal 2026 (48 squadre, 16 gironi da 3, un turno in più di eliminazione diretta), con riforme riguardanti la preparazione fisica e tecnica degli arbitri;
- miglioramenti per l'uso del VAR e della tecnologia in campo;
- ulteriori sviluppi nell'ambito del calcio femminile.

#IlFestivalDelloSport #GazzettaDelloSport #iFdS #Trento #TeatroSociale #Collina #PierluigiCollina #Infantino #GianniInfantino #FIFA #CalcioMondiale #CoppaDelMondo #FIFAWorldCup #VAR #MoviolaInCampo #CalcioFemminile #Riforme #Sviluppo
35 0 10 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Si discute molto di Daryl Morey, general manager degli Huston Rocket (giuro non sono appena andato su Wikipedia perché non seguo l'NBA) dopo aver twittato a favore dei manifestanti di Hong Kong, ha scatenato l'inferno.
Infatti la Cina, tra accordi commerciali, produzione di vestitiario sportivo e numero di spettatori, tiene il campionato di basket per le palle.
Sono subito arrivate le scuse di Morey e gli attacchi cinesi.

Finalmente ci stiamo rendendo conto di quanto sia pericoloso affidarci a compagnie cinesi, che ricordiamo, sono gestite da vertici della dittatura comunista.
La censura che ne è seguita è un campanello di allarme: se non facciamo come Trump ( che, unico suo merito, ha frenato la Cina e chiarito la posizione USA nei loro riguardi) o diventeremo come il Tibet, in cui i suoi abitanti oramai sono una netta minoranza.
Un esempio è il calcio, in mano alla Cina, o la tecnologia.
Agiamo prima che sia troppo tardi.

Cosa ne pensate? È giusto ciò che è successo? Come, e se dobbiamo, liberarci da questo giogo?

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Si discute molto di Daryl Morey, general manager degli Huston Rocket (giuro non sono appena andato su Wikipedia perché non seguo l'NBA) dopo aver twittato a favore dei manifestanti di Hong Kong, ha scatenato l'inferno.
Infatti la Cina, tra accordi commerciali, produzione di vestitiario sportivo e numero di spettatori, tiene il campionato di basket per le palle.
Sono subito arrivate le scuse di Morey e gli attacchi cinesi.

Finalmente ci stiamo rendendo conto di quanto sia pericoloso affidarci a compagnie cinesi, che ricordiamo, sono gestite da vertici della dittatura comunista.
La censura che ne è seguita è un campanello di allarme: se non facciamo come Trump ( che, unico suo merito, ha frenato la Cina e chiarito la posizione USA nei loro  riguardi)  o diventeremo come il Tibet, in cui i suoi abitanti oramai sono  una netta minoranza.
Un esempio è il calcio, in mano alla Cina, o la tecnologia.
Agiamo prima che sia troppo tardi.

Cosa ne pensate? È giusto ciò che è successo? Come, e se dobbiamo, liberarci da questo giogo?
112 10 9 October, 2019
@francesca.cirrottola Profile picture

@francesca.cirrottola

Puglia, Italy

📍"La Democrazia dopo il taglio dei parlamentari " 🎨
.
● Una data da ricordare perché anziché abbassare gli stipendi e tenere alta la rappresentatività dei territori in Parlamento, tengono alti gli stipendi e abbassano la rappresentatività ●
.

#8october2019 #taglioparlamentari #tuesday #mood #democrazia #democracy #agonia #italia #politica #riforme #tagli #moodoftheday #pic #picoftheday #sarcasmo #art #artlovers #painting #ironia #puglia #weareinpuglia #pugliagram #instamoment #instagood #autumn #goodevening #goodnight #buonanotte #sleeping #sconcerto

📍"La Democrazia dopo il taglio dei parlamentari " 🎨
.
● Una data da ricordare perché anziché abbassare gli stipendi e tenere alta la rappresentatività dei territori in Parlamento, tengono alti gli stipendi e abbassano la rappresentatività ●
.

#8october2019 #taglioparlamentari #tuesday #mood #democrazia #democracy #agonia #italia #politica #riforme #tagli #moodoftheday #pic #picoftheday #sarcasmo #art #artlovers #painting #ironia #puglia #weareinpuglia #pugliagram #instamoment #instagood  #autumn #goodevening #goodnight #buonanotte #sleeping #sconcerto
26 0 8 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now
Senza Salvini a fare propaganda, finalmente abbiamo smesso di parlare dei migranti portati dalle Ong.
Ma questo non vuol dire che il problema è stato risolto, anzi.
Come già accaduto con Gheddafi, stiamo pagando miliziani per trattenere le persone.
E seguono le ultime ricerche ONU, questi si pigliano i nostri soldi con cui comprano ARMI per sparare a nemici e civili; poi sono i trafficanti di esseri umani che lasciano andare coloro che hanno pagato un pizzo, e prendono i barchini che non lo fanno... sono loro i trafficanti, altro che Ong.

I campi libici e la guerra in Libia sono i più grandi fallimenti dell'Unione Europea dai tempi della Guerra nei Balcani e Sarajevo.
Queste centinaia di migliaia di umani sono trattati come bestie, non hanno più diritti e succede a pochi kilometri dalla Sicilia? Per quelli di voi di li, penso sappiate che potreste andare in Tunisia in pedalò.
Quei numeri che vediamo al Tg delle guerre nell'Africa e Medio Oriente sono persone, e noi, come cittadini, Italia ed Europa dobbiamo aiutarli.

Cosa ne pensate? Minniti ha fatto bene a stringere tali accordi con le milizie? Come va risolta la situazione?

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now 
Senza Salvini a fare propaganda, finalmente abbiamo smesso di parlare dei migranti portati dalle Ong.
Ma questo non vuol dire che il problema è stato risolto, anzi.
Come già accaduto con Gheddafi, stiamo pagando miliziani per trattenere le persone.
E seguono le ultime ricerche ONU, questi si pigliano i nostri soldi con cui comprano ARMI per sparare a nemici e civili; poi sono i trafficanti di esseri umani che lasciano andare coloro che hanno pagato un pizzo, e prendono i barchini che non lo fanno... sono loro i trafficanti, altro che Ong.

I campi libici e la guerra in Libia sono i più grandi fallimenti dell'Unione Europea dai tempi della Guerra nei Balcani e Sarajevo.
Queste centinaia di migliaia di umani sono trattati come bestie, non hanno più diritti e succede a pochi kilometri dalla Sicilia? Per quelli di voi di li, penso sappiate che potreste andare in Tunisia in pedalò.
Quei numeri che vediamo al Tg delle guerre nell'Africa e Medio Oriente sono persone, e noi, come cittadini, Italia ed Europa dobbiamo aiutarli.

Cosa ne pensate? Minniti ha fatto bene a stringere tali accordi con le milizie? Come va risolta la situazione?
170 18 8 October, 2019
@carlosibilia Profile picture

@carlosibilia

Il taglio dei parlamentari ha avuto l'approvazione definitiva.
E' realtà una delle nostre promesse storiche.
Il nuovo parlamento avrà 400 deputati e 200 senatori!
#TagliaPoltrone #taglioparlamentari #RiformeDelCambiamento #riforme #parlamentoitaliano #movimento5stelle #m5s #m5scommunity

Il taglio dei parlamentari ha avuto l'approvazione definitiva.
E' realtà una delle nostre promesse storiche.
Il nuovo parlamento avrà 400 deputati e 200 senatori!
#TagliaPoltrone #taglioparlamentari #RiformeDelCambiamento #riforme #parlamentoitaliano #movimento5stelle #m5s #m5scommunity
323 20 8 October, 2019
@senatoripd Profile picture

@senatoripd

Firmato accordo nella maggioranza sulle #riforme. Se c’è il confronto, poi non ci sono polemiche.

Firmato accordo nella maggioranza sulle #riforme. Se c’è il confronto, poi non ci sono polemiche.
78 2 8 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Si avvicina la manovra economica, in cui si deciderà come spendere i nostri bei soldini.
Ma come dovremmo spenderli? Beh, qui concordiamo tutti: crescita economica, istruzione e risolvere tutti i nostri problemi.
È il come che i politici non spingano mai.
Quindi provo a dare una lista di riforme e di come andrebbero attuate (non sono un esperto, anzi, e questo non dovrebbe essere il mio compito)

Riforma economica:
Non sono un economista, ma vedo che in paesi come Spagna e Germania un forte intervento statale può aiutare la crescita

Lotta all'evasione
Maggiore attenzione per far pagare le tasse ai big (maggiore ricerca e accordi per chi ammette di non aver pagato le tasse) e una vera e propria caccia all'uomo per quelli che non emettono scontrini. In caso estremo, ma varamenta estremo, abolizione dei contanti
Togliere reddito di cittadinanza e quota 100, questo potrebbe finanziare molte opere statali

Lotta alle mafie
Legalizzare la cannabis e aiutare tutti i drogati. Se non puoi tagliare la testa al toro, azzoppalo: senza acquirenti nello spaccio e vendita di armi, non valgono nulla
Questi sono le riforme principali che vorrei vedere finanziate. Quali riforme o leggi vorreste? E se sapete, perché e come le attuereste? Concordate con me?

Segui @politicanow_ e lascia mi piace, o Salvini arriva con la ruspa 😂

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now

Si avvicina la manovra economica, in cui si deciderà come spendere i nostri bei soldini.
Ma come dovremmo spenderli? Beh, qui concordiamo tutti: crescita economica, istruzione e risolvere tutti i nostri problemi.
È il come che i politici non spingano mai.
Quindi provo a dare una lista di riforme e di come andrebbero attuate (non sono un esperto, anzi, e questo non dovrebbe essere il mio compito)

Riforma economica:
Non sono un economista, ma vedo che in paesi come Spagna e Germania un forte intervento statale può aiutare la crescita

Lotta all'evasione 
Maggiore attenzione per far pagare le tasse ai big (maggiore ricerca e accordi per chi ammette di non aver pagato le tasse) e una vera e propria caccia all'uomo per quelli che non emettono scontrini. In caso estremo, ma varamenta estremo, abolizione dei contanti 
Togliere reddito di cittadinanza e quota 100, questo potrebbe finanziare molte opere statali

Lotta alle mafie 
Legalizzare la cannabis e aiutare tutti i drogati. Se non puoi tagliare la testa al toro, azzoppalo: senza acquirenti nello spaccio e vendita di armi, non valgono nulla 
Questi sono le riforme principali che vorrei vedere finanziate. Quali riforme o leggi vorreste? E se sapete, perché e come le attuereste? Concordate con me?

Segui @politicanow_ e lascia mi piace, o Salvini arriva con la ruspa 😂
125 32 7 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Bentornati su Politica Now!

È giusto dare il voto ai 16enni?
In questi giorni se ne discute molto, e quindi cercheremo di tirare le fila.
Io non ho conflitti di interessi, visto che, ora che questa legge passa, sarò sul mio letto di morte.

In un paese sempre più vecchio, in cui i giovani sono sempre meno considerati, questo rimetterebbe in prospettiva il paese.
La critica è "voi non sapete votare responsabilmente".
Almeno, essendo obbligati ad andare a scuola, non possiamo essere vittime di analfabetismo funzionale e analfabetismo di ritorno.
E quindi abbiamo scelte meno consapevoli di tutti quelli che cadono nelle propagande o sono ultra 90enni?

Comunque penso che le cose non cambierebbero: si aggiungerebbe solo una piccola percentuale di votanti, e in troppi casi, per poca formazione a colpa delle scuole e o bagaglio culturale, voterebbero come i genitori.
Quindi: bisognerebbe fare questa modifica alla costituzione, ma se accompagnata da una maggiore cura per noi giovani (si innescherebbe un circolo virtuoso). Voi cosa ne pensate? Appoggiate il voto a noi g-g-giovani o siete contro?

Bentornati su Politica Now!

È giusto dare il voto ai 16enni?
In questi giorni se ne discute molto, e quindi cercheremo di tirare le fila.
Io non ho conflitti di interessi, visto che, ora che questa legge passa, sarò  sul mio letto di morte.

In un paese sempre più vecchio, in cui i giovani sono sempre meno considerati, questo rimetterebbe in prospettiva il paese.
La critica è "voi non sapete votare responsabilmente".
Almeno, essendo obbligati ad andare a scuola, non possiamo essere vittime di analfabetismo funzionale e analfabetismo di ritorno.
E quindi abbiamo scelte meno consapevoli di tutti quelli che cadono nelle propagande o sono ultra 90enni?

Comunque penso che le cose non cambierebbero: si aggiungerebbe solo una piccola percentuale di votanti, e in troppi casi, per poca formazione a colpa delle scuole e o bagaglio culturale, voterebbero come i genitori.
Quindi: bisognerebbe fare questa modifica alla costituzione, ma se accompagnata da una maggiore cura per noi giovani (si innescherebbe un circolo virtuoso). Voi cosa ne pensate? Appoggiate il voto a noi g-g-giovani o siete contro?
164 94 5 October, 2019
@azionecivilerenzi Profile picture

@azionecivilerenzi

Il tempo è galantuomo... #bastavaunsì per portare il nostro Paese nella stabilità politica, nella certezza e nella semplificazione del panorama istituzionale... Hai vinto le elezioni? Bene, ora governa per 5 anni, senza scuse, e al termine gli Italiani ti giudicheranno in base al lavoro svolto. #renzi #matteorenzi #italiaviva #referendum #4dicembre #bastaunsì #referendumcostituzionale #unaltrastrada #avanti #avantirenzi #leopolda #leopolda10 #bicameralismo #riforme

Il tempo è galantuomo... #bastavaunsì per portare il nostro Paese nella stabilità politica, nella certezza e nella semplificazione del panorama istituzionale... Hai vinto le elezioni? Bene, ora governa per 5 anni, senza scuse, e al termine gli Italiani ti giudicheranno in base al lavoro svolto. #renzi #matteorenzi #italiaviva #referendum #4dicembre #bastaunsì #referendumcostituzionale #unaltrastrada #avanti #avantirenzi #leopolda #leopolda10 #bicameralismo #riforme
220 10 4 October, 2019
@riforme_ Profile picture

@riforme_

São Francisco, Niterói

Obra em andamento em Santa Rosa!

Venha conhecer nosso trabalho e fazer seu orçamento!
#reformadecasa #reforma #riforme #arquitetura #projeto #decoração #niteroi

Obra em andamento em Santa Rosa!

Venha conhecer nosso trabalho e fazer seu orçamento! 
#reformadecasa #reforma #riforme #arquitetura #projeto #decoração #niteroi
11 1 4 October, 2019
Famiglie e futuro

#farmacomico #famiglia #famiglie #colf #badanti #riforme
2 0 4 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti ragazzi, e bentornati su Politica Now

Il 31 ottobre ci sarà la Brexit, e non sarà una passeggiata.
Boris Johnson, alle strette, vuole provare con la tecnica di negoziazione "vi prego aiutatemi" mascherata da un "questo non lo posso cambiare, questione di principio".
Egli è un grande ipocrita.
Pensate che prima del voto sulla Brexit aveva scritto 2 articoli, uno in cui si schierava pro e l'altro contro.
Ma è un grande speaker, e sa muovere le masse.
Quindi egli spera che l'Unione Europea, appena prima della collisione, si fermi. In questo modo potrà dire di aver vinto e che è tutto merito suo, anche se è falso.

Ma quindi ci sarà l'hard Brexit?
Non giochiamo a fare i futurologi, ma basiamoci sui fatti: visto che ormai i governi sono stufi di questo gioco, e Boris vuole l'Hard Brexit, forse sì, il disastro avverrà
Ma, domanda mille volte più importante, dobbiamo lasciarlo avvenire?

Voi cosa ne pensate? Dovremmo lasciar fare l'Hard Brexit? Come finirà? Fatemi sapere tutto qua sotto! #salvini #governo #crisidigoverno #conte #idee #informazione #informazioni #pensieri #saviano #robertosaviano #dimaio #maiconsalvini #politicaitaliana #iostoconsalvini #iononstoconsalvini #riforme

Ciao a tutti ragazzi, e bentornati su Politica Now

Il 31 ottobre ci sarà  la Brexit, e non sarà una passeggiata.
Boris Johnson, alle strette, vuole provare con la tecnica di negoziazione "vi prego aiutatemi" mascherata da un "questo non lo posso cambiare, questione di principio".
Egli è un grande ipocrita.
Pensate che prima del voto sulla Brexit aveva scritto 2 articoli, uno in cui si schierava pro e l'altro contro.
Ma è un grande speaker, e sa muovere le masse.
Quindi egli spera che l'Unione Europea, appena prima della collisione, si fermi. In questo modo potrà dire di aver vinto e che è tutto merito suo, anche se è falso.

Ma quindi ci sarà l'hard Brexit?
Non giochiamo a fare i futurologi, ma basiamoci sui fatti: visto che ormai i governi sono stufi di questo gioco, e Boris vuole l'Hard Brexit, forse sì, il disastro avverrà 
Ma, domanda mille volte più importante, dobbiamo lasciarlo avvenire?

Voi cosa ne pensate? Dovremmo lasciar fare l'Hard Brexit? Come finirà? Fatemi sapere tutto qua sotto!  #salvini #governo #crisidigoverno #conte #idee #informazione #informazioni #pensieri #saviano #robertosaviano #dimaio #maiconsalvini #politicaitaliana #iostoconsalvini #iononstoconsalvini #riforme
103 8 3 October, 2019
@loscrutatore Profile picture

@loscrutatore

Riforme, badanti e la fine degli italiani

#loscrutatore #badanti #colf #lavoro #lavorodomestico #riforme

Riforme, badanti e la fine degli italiani

#loscrutatore #badanti #colf #lavoro #lavorodomestico #riforme
3 0 3 October, 2019
@studio_rigotto Profile picture

@studio_rigotto

Interessa molti di noi!!! Lo scontrino elettronico tra normativa e strumentazione.
Ci vediamo giovedì 10 presso Credifriuli, sede centrale Udine ore 18.30
Con Vb- gruppo GTN spa.
l'evento è stato creato su Facebook, per la lettura e condivisione
#scontrino elettronico #udine #commercialista #eventi #gratis #fvg #commercio #fiscale #riforme #10ottobre #rigotto

Interessa molti di noi!!! Lo scontrino elettronico tra normativa e strumentazione.
Ci vediamo giovedì 10 presso Credifriuli, sede centrale Udine ore 18.30
Con Vb- gruppo GTN spa.
l'evento è stato creato su Facebook, per la lettura e condivisione
#scontrino elettronico #udine #commercialista #eventi #gratis #fvg #commercio #fiscale #riforme #10ottobre #rigotto
1 0 3 October, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti, e bentornati su Politica Now

Dopo mesi a parlare di "migranti il vero problema", finalmente si discute di qualcosa di veramente importante (e sappiate, alla prossima notizia su barchini e barconi, su Cuori Immacolati e Cristi Crocifissi vomito). Ad ogni modo, il governo ha annunciato che nel bilancio, verranno stanziati dei fondi alla lotta all'evasione fiscale.
Per chi si fosse perso qualcosa, in Italia c'è evasione fiscale ovunque.
Sia nelle piccole transazioni più difficili da controllare (bar, ristoranti, elettricisti...) che in grande: piccole e grandi aziende o singoli che per far tornare i conti falsificano le loro entrate.

Per questi ultimi lo stato può e deve agire, e le cose non possono cambiare più di tanto.
Ma, molto più pericolose, le piccole evasioni di ogni giorno, che ognuno di noi (me in primis) fa finta di non vedere.
Anche se vi offrono agevolazioni, rifiutate e chiedete lo scontrino/fattura.
Il governo vuole risolvere il problema dando un 4% di cashback a chi si fa pagare con un qualche tipo di carta ( transazione praticamente impossibile da nascondere per un piccolo commerciante).
Ma il 4% è pochissimo rispetto alle tasse altissime che evade facendoti pagare in nero in contanti.
Quindi dobbiamo fare educazione civica a tutti, dagli adulti ai bambini. Oppure aboliamo il contante.

Voi cosa ne pensate? Che soluzione dareste all'evasione fiscale? Fatemi sapere tutto qua sotto

Ciao a tutti, e bentornati su Politica Now

Dopo mesi a parlare di "migranti il vero problema", finalmente si discute di qualcosa di veramente importante (e sappiate, alla prossima notizia su barchini e barconi, su Cuori Immacolati e Cristi Crocifissi vomito). Ad ogni modo, il governo ha annunciato che nel bilancio, verranno stanziati dei fondi alla lotta all'evasione fiscale.
Per chi si fosse perso qualcosa, in Italia c'è evasione fiscale ovunque.
Sia nelle piccole transazioni più difficili da controllare (bar, ristoranti, elettricisti...) che in grande: piccole e grandi aziende o singoli che per far tornare i conti falsificano le loro entrate.

Per questi ultimi lo stato può e deve agire, e le cose non possono cambiare più di tanto.
Ma, molto più pericolose, le piccole evasioni di ogni giorno, che ognuno di noi (me in primis) fa finta di non vedere.
Anche se vi offrono agevolazioni, rifiutate e chiedete lo scontrino/fattura.
Il governo vuole risolvere il problema dando un 4% di cashback a chi si fa pagare con un qualche tipo di carta ( transazione praticamente impossibile da nascondere per un piccolo commerciante).
Ma il 4% è pochissimo rispetto alle tasse altissime che evade facendoti pagare in nero in contanti.
Quindi dobbiamo fare educazione civica a tutti, dagli adulti ai bambini. Oppure aboliamo il contante.

Voi cosa ne pensate? Che soluzione dareste all'evasione fiscale? Fatemi sapere tutto qua sotto
171 15 2 October, 2019
@comitatoventotene Profile picture

@comitatoventotene

Johns Hopkins University Bologna Center Penthouse

Un giorno perso a parlare di tortellini, mentre fuori un paese necessita di riforme ovunque, soprattutto per la nostra #generazionetruffata
Nessuno ne parla mai, ma noi lo faremo, insieme a Elsa Fornero e Riccardo Puglisi. Volete venire anche voi? Iscrivetevi all'evento (il link è in bio), ci vediamo a Bologna!

#ventogram #comitatoventotene #bologna #elsafornero #riccardopuglisi #tortellini #italia #governoitaliano #riforme #giovani #lavoro #jobsact #occupazione #disoccupati

Un giorno perso a parlare di tortellini, mentre fuori un paese necessita di riforme ovunque, soprattutto per la nostra #generazionetruffata 
Nessuno ne parla mai, ma noi lo faremo, insieme a Elsa Fornero e Riccardo Puglisi. Volete venire anche voi? Iscrivetevi all'evento (il link è in bio), ci vediamo a Bologna!

#ventogram #comitatoventotene #bologna #elsafornero #riccardopuglisi #tortellini #italia #governoitaliano #riforme #giovani #lavoro #jobsact #occupazione #disoccupati
146 1 2 October, 2019

Top #riforme posts

@startingfinanceitalia Profile picture

@startingfinanceitalia

Il #boom economico italiano: gli anni '60

Gli #anni’60 sono stati un decennio d’oro per l’Italia, sia per quel che riguarda lo #sviluppo economico che le #riforme sociali. Roma è riuscita ad imporsi fra le maggiori potenze economiche e geopolitiche globali, ottenendo anche il suo posto nel #G8. Tuttavia, questo non servirà ad allontanare il disprezzo che il governo francese, di stampo nazionalista, ostentava nei confronti dell’Italia.
Per saperne di più:
Link in bio 📌
Swipe-up nelle stories ⬆

Il #boom economico italiano: gli anni '60

Gli #anni’60 sono stati un decennio d’oro per l’Italia, sia per quel che riguarda lo #sviluppo economico che le #riforme sociali. Roma è riuscita ad imporsi fra le maggiori potenze economiche e geopolitiche globali, ottenendo anche il suo posto nel #G8. Tuttavia, questo non servirà ad allontanare il disprezzo che il governo francese, di stampo nazionalista, ostentava nei confronti dell’Italia.
Per saperne di più:
Link in bio 📌
Swipe-up nelle stories ⬆
918 9 27 September, 2019
@il_conte_patriota Profile picture

@il_conte_patriota

Rating dell'Italia di Standard & Poor’s, la nota del Presidente Conte

Standard & Poor’s lascia invariato il suo rating sul debito dell’Italia. Riteniamo che questo giudizio sia corretto alla luce della solidità economica del Paese: l’Italia è la settima potenza industriale al mondo e la seconda manifattura europea. La competitività delle nostre imprese ci permette di avere un surplus commerciale consistente e il risparmio delle famiglie italiane è solido. In merito alla decisione di portare in negativo l’outlook italiano e ad alcuni giudizi negativi sulla manovra economica, siamo fiduciosi che mercati e istituzioni internazionali comprenderanno la bontà delle nostre misure. Con la manovra economica, evitiamo una stretta recessiva e rilanciamo la crescita grazie agli investimenti e ad un programma di profonde riforme strutturali. L’Italia è saldamente collocata all’interno dell’Unione europea e non c’è alcuna possibilità di uscita dall’Ue o dall’euro-zona. Il governo è al lavoro per far ripartire il Paese su un sentiero di crescita e in direzione dello sviluppo sostenibile.

#giuseppeconte #palazzochigi #dimaio #salvini #dimaiosalvini #manovraeconomica #rating #standardandpoors #outlook #crescita #riforme #italia #ue #euro #sviluppo

Testo e foto da www.governo.it

Rating dell'Italia di Standard & Poor’s, la nota del Presidente Conte

Standard & Poor’s lascia invariato il suo rating sul debito dell’Italia. Riteniamo che questo giudizio sia corretto alla luce della solidità economica del Paese: l’Italia è la settima potenza industriale al mondo e la seconda manifattura europea. La competitività delle nostre imprese ci permette di avere un surplus commerciale consistente e il risparmio delle famiglie italiane è solido. In merito alla decisione di portare in negativo l’outlook italiano e ad alcuni giudizi negativi sulla manovra economica, siamo fiduciosi che mercati e istituzioni internazionali comprenderanno la bontà delle nostre misure. Con la manovra economica, evitiamo una stretta recessiva e rilanciamo la crescita grazie agli investimenti e ad un programma di profonde riforme strutturali. L’Italia è saldamente collocata all’interno dell’Unione europea e non c’è alcuna possibilità di uscita dall’Ue o dall’euro-zona. Il governo è al lavoro per far ripartire il Paese su un sentiero di crescita e in direzione dello sviluppo sostenibile.

#giuseppeconte #palazzochigi #dimaio #salvini #dimaiosalvini #manovraeconomica #rating #standardandpoors #outlook #crescita #riforme #italia #ue #euro #sviluppo

Testo e foto da www.governo.it
256 20 27 October, 2018
@ispigram Profile picture

@ispigram

Sono passati #30anni dal #massacro di piazza #Tienanmen: nella notte tra il 3 e il #4giugno1989 l' #esercitodiliberazionepopolare spense con una violenta #repressione le #proteste di studenti e lavoratori cinesi che chiedevano più #libertà e #democrazia, #riforme, #salariequi e condizioni di vita migliori.

Foto simbolo della #strage è il #TankMan di @jeff.widener che il 5 giugno 1989 ha fotografato il #RivoltosoSconosciuto: un giovane solo e #disarmato, la mattina dopo il massacro, fermo davanti ai #carriarmati.
#ispi #ispigram #istitutoperglistudidipoliticainternazionale #politicainternazionale #picoftheday #instachina #china #tiananmen #unknownrebel #succedevaoggi #anniversari #4giugno

Sono passati #30anni dal #massacro di piazza #Tienanmen: nella notte tra il 3 e il #4giugno1989 l'#esercitodiliberazionepopolare spense con una violenta #repressione le #proteste di studenti e lavoratori cinesi che chiedevano più #libertà e #democrazia, #riforme, #salariequi e condizioni di vita migliori.

Foto simbolo della #strage è il #TankMan di @jeff.widener che il 5 giugno 1989 ha fotografato il #RivoltosoSconosciuto: un giovane solo e #disarmato, la mattina dopo il massacro, fermo davanti ai #carriarmati. 
#ispi #ispigram #istitutoperglistudidipoliticainternazionale #politicainternazionale #picoftheday #instachina #china #tiananmen #unknownrebel #succedevaoggi #anniversari #4giugno
965 9 4 June, 2019
@sinistroagiro Profile picture

@sinistroagiro

Italy

"Il calcio non è per signorine"
Una frase che risale al 1909 e fu attribuita a Guido Ara, mediano della Pro Vercelli.

110 anni dopo, questo fisima, in Italia, è ancora disgraziatamente molto diffuso.

Eppure in questo enorme lasso di tempo, il movimento calcistico femminile, di passi in avanti ne ha fatti.
Nel 1946 a Trieste furono fondate due squadre, che per un po’ di tempo girarono la penisola promuovendolo senza successo.
Nel 1965 a Milano, Valeria Rocchi, ne fondò altre due.
Di lì a poco in Liguria, Toscana ed Emilia cominciarono a sorgere nuovi club, tanto che nel 1968 fu costituita a Viareggio la Federazione Italiana Calcio Femminile, che nello stesso anno disputò il suo primo campionato nazionale.
La FICF, nel frattempo diventata Federazione Femminile Italiana Gioco Calcio, riuscendo a creare un sistema agonistico complesso con due serie di campionati (A e B), a cui si aggiunse dal 1971 un torneo di Coppa.
Nel 1986 la svolta più importante, quando nell’ambito della Lega Nazionale Dilettanti della FIGC fu costituito il Comitato Nazionale Calcio Femminile.

Per quanto riguarda la Nazionale, ha recitato nel panorama internazionale un ruolo non secondario.
Terze ai primi campionati europei, disputati dal 1982 al 1985, le azzurre hanno in seguito conquistato il secondo posto nel 1993 e nel 1997, precedute dalle norvegesi e dalle tedesche che con le svedesi e le americane sono state fino ad ora le maggiori protagoniste della scena mondiale. Nel 1991 è arrivata la prima storica partecipazione ad un Mondiale.

Nonostante tutto, le sorti del calcio femminile sono ancora fortemente condizionate da una sensibilità resistente all’evoluzione del costume e da un pregiudizio che risale fin alle origini del gioco.

Impermeabilizzate alle dicerie esterne però, queste ragazze, per la seconda volta, si sono qualificate al campionato del mondo.
Mondiale in Francia che non le vede sicuramente favorite, ma già essere lì è come una vittoria, essere lì è uno schiaffo a chi, ancora, continua a denigrare il calcio femminile, continua a parlare per stereotipi, continua a tenere chiusi gli occhi, senza considerarlo, senza apprezzarlo, senza capirlo 🇮🇹♀⚽
:
:
:
#sinistroagiro

"Il calcio non è per signorine"
Una frase che risale al 1909 e fu attribuita a Guido Ara, mediano della Pro Vercelli.

110 anni dopo, questo fisima, in Italia, è ancora disgraziatamente molto diffuso.

Eppure in questo enorme lasso di tempo, il movimento calcistico femminile, di passi in avanti ne ha fatti. 
Nel 1946 a Trieste furono fondate due squadre, che per un po’ di tempo girarono la penisola promuovendolo senza successo.
Nel 1965 a Milano, Valeria Rocchi, ne fondò altre due.
Di lì a poco in Liguria, Toscana ed Emilia cominciarono a sorgere nuovi club, tanto che nel 1968 fu costituita a Viareggio la Federazione Italiana Calcio Femminile, che nello stesso anno disputò il suo primo campionato nazionale.
La FICF, nel frattempo diventata Federazione Femminile Italiana Gioco Calcio, riuscendo a creare un sistema agonistico complesso con due serie di campionati (A e B), a cui si aggiunse dal 1971 un torneo di Coppa.
Nel 1986 la svolta più importante, quando nell’ambito della Lega Nazionale Dilettanti della FIGC fu costituito il Comitato Nazionale Calcio Femminile.

Per quanto riguarda la Nazionale, ha recitato nel panorama internazionale un ruolo non secondario. 
Terze ai primi campionati europei, disputati dal 1982 al 1985, le azzurre hanno in seguito conquistato il secondo posto nel 1993 e nel 1997, precedute dalle norvegesi e dalle tedesche che con le svedesi e le americane sono state fino ad ora le maggiori protagoniste della scena mondiale. Nel 1991 è arrivata la prima storica partecipazione ad un Mondiale.

Nonostante tutto, le sorti del calcio femminile sono ancora fortemente condizionate da una sensibilità resistente all’evoluzione del costume e da un pregiudizio che risale fin alle origini del gioco.

Impermeabilizzate alle dicerie esterne però, queste ragazze, per la seconda volta, si sono qualificate al campionato del mondo.
Mondiale in Francia che non le vede sicuramente favorite, ma già essere lì è come una vittoria, essere lì è uno schiaffo a chi, ancora, continua a denigrare il calcio femminile, continua a parlare per stereotipi, continua a tenere chiusi gli occhi, senza considerarlo, senza apprezzarlo, senza capirlo 🇮🇹♀⚽
:
:
:
#sinistroagiro
114 7 25 May, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now
Oggi vorrei fare una riflessione freddo sull'Europa, il futuro (positivo) dell'umanità e il suoi nemici.

Io sinceramente sono stufo di vedere l'Unione Europea schiava di super potenza in crescita o decadute.
Non sopporto vedere Trump fare in tutto il mondo quello che vuole, non è possibile sapere che in Cina c'è una dittatura e fare trattati ed accordi. Quindi scrivo una lista di nemici del futuro dell'Europa (e ditemi quali altri aggiungereste): - Putin e la Russia
A capo di una semi dittatura repressiva, Putin va contro il principio di pace e collaborazione che l'Europa cerca.
L'UE gli ha dato un segnale forte dopo la conquista della Crimea: ulteriori atti di guerra contro la pace internazionale non saranno tollerati. -la dittatura Cinese
Vale lo stesso discorso. Mentre i russi hanno il gas, la Cina possiede il 2° mercato globale.
Quindi smettiamo di scambiare arance e ravioli, e diciamo basta alla repressione cinese.
Le aziende devono smetterla di produrre a basso costo in Cina. -Trump
Trump è a capo dello stato che ha creato il termine superpotenza, di cui siamo stati alleati in passato.
Ma non ce l'ho con l'America, ma con il suo leader: nega il surriscaldamento globale, e vuole reintrodurre le lampadine ad alto consumo perchè i led "lo fanno sembrare arancione". Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto.
Ho ragione? È giusto commerciare con la Cina e la Russia? Cosa dovremmo fare? #salvini #governo #crisidigoverno #conte #idee #informazione #informazioni #pensieri #saviano #robertosaviano #dimaio #maiconsalvini #politicaitaliana #iostoconsalvini #iononstoconsalvini #riforme

Ciao a tutti e bentornati su Politica Now
Oggi vorrei fare una riflessione  freddo sull'Europa, il futuro (positivo) dell'umanità e il suoi nemici.

Io sinceramente sono stufo di vedere l'Unione Europea schiava di super potenza in crescita o decadute.
Non sopporto vedere Trump fare in tutto il mondo quello che vuole, non è possibile sapere che in Cina c'è una dittatura e fare trattati ed accordi. Quindi scrivo una lista di nemici del futuro dell'Europa (e ditemi quali altri aggiungereste): - Putin e la Russia
A capo di una semi dittatura repressiva, Putin va contro il principio di pace e collaborazione che l'Europa cerca.
L'UE gli ha dato un segnale forte dopo la conquista della Crimea: ulteriori atti di guerra contro la pace internazionale non saranno tollerati. -la dittatura Cinese 
Vale lo stesso discorso. Mentre i russi hanno il gas, la Cina possiede il 2° mercato globale.
Quindi smettiamo di scambiare arance e ravioli, e diciamo basta alla repressione cinese.
Le aziende devono smetterla di produrre a basso costo in Cina. -Trump 
Trump è a capo dello stato che ha creato il termine superpotenza, di cui siamo stati alleati in passato.
Ma non ce l'ho con l'America, ma con il suo leader: nega il surriscaldamento globale, e vuole reintrodurre le lampadine ad alto consumo perchè i led "lo fanno sembrare arancione". Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere tutto qua sotto.
Ho ragione? È giusto commerciare con la Cina e la Russia? Cosa dovremmo fare?  #salvini #governo #crisidigoverno #conte #idee #informazione #informazioni #pensieri #saviano #robertosaviano #dimaio #maiconsalvini #politicaitaliana #iostoconsalvini #iononstoconsalvini #riforme
257 26 22 September, 2019
@politicanow_ Profile picture

@politicanow_

Ciao a tutti, e bentornati su Politica Now

Sta girando ovunque il tweet di Fabio Volo, che insulta Ariana Grande per fare "la puttana" e per "puttanizzare le sue figlie"
Questa notizia cade proprio a pennello sul discorso che facevamo 2 giorni fa sulle treccine: ognuno è libero di vestirsi come vuole, fare ciò che vuole purché non limiti la libertà altrui.
E a chi la pensa come lui, se non volete vedere una qualsiasi cantante fare provocazioni sessuali, non guardate.

Io sono assolutamente contro questa oggettivazione della donna e a tutti le problematiche che ne seguono (magari un giorno ne parliamo).
Ma una donna col suo corpo può fare ciò che vuole, e dirgli di non farlo sarebbe renderla ancora più un un oggetto; oggetto che pretendi di controllare e, per paura di cadere in tentazione, la sua libertà deve essere limitata.
Ma ciò che mi sembra interessante perché è un avviso di ciò che ci aspetta nei prossimi decadi: un paese sempre più vecchio e con meno giovani, che guidati da bigottismi religiosi o persone a loro volta "vecchie" (di idee e mentalità ovviamente) vuole portare indietro le lancette del tempo.
Non vorrei deludere nessuno, ma non puoi cambiare la mentalità (giusta in questo caso) delle persone dando della t**ia ad una cantante.

Voi cosa ne pensate? Ho ragione o le critiche di Fabio Volo sono giuste? Fatemi sapere tutto qua sotto

#salvini #governo #crisidigoverno #conte #idee #informazione #informazioni #pensieri #saviano #robertosaviano #dimaio #maiconsalvini #politicaitaliana #iostoconsalvini #iononstoconsalvini #riforme

Ciao a tutti, e bentornati su Politica Now

Sta girando ovunque il tweet di Fabio Volo, che insulta Ariana Grande per fare "la puttana" e per "puttanizzare le sue figlie"
Questa notizia cade proprio a pennello sul discorso che facevamo 2 giorni fa sulle treccine: ognuno è libero di vestirsi come vuole, fare ciò che vuole purché non limiti la libertà altrui.
E a chi la pensa come lui, se non volete vedere una qualsiasi cantante fare provocazioni sessuali, non guardate.

Io sono assolutamente contro questa oggettivazione della donna e a tutti le problematiche che ne seguono (magari un giorno ne parliamo).
Ma una donna col suo corpo può fare ciò che vuole, e dirgli di non farlo sarebbe renderla ancora più un un oggetto; oggetto che pretendi di controllare e, per paura di cadere in tentazione, la sua libertà deve essere limitata. 
Ma ciò che mi sembra interessante perché è un avviso di ciò che ci aspetta nei prossimi decadi: un paese sempre più vecchio e con meno giovani, che guidati da bigottismi religiosi o persone a loro volta "vecchie" (di idee e mentalità ovviamente) vuole portare indietro le lancette del tempo. 
Non vorrei deludere nessuno, ma non puoi cambiare la mentalità (giusta in questo caso) delle persone dando della t**ia ad una cantante.

Voi cosa ne pensate?  Ho ragione o le critiche di Fabio Volo sono giuste? Fatemi sapere tutto qua sotto

#salvini #governo #crisidigoverno #conte #idee #informazione #informazioni #pensieri #saviano #robertosaviano #dimaio #maiconsalvini #politicaitaliana #iostoconsalvini #iononstoconsalvini #riforme
175 25 17 September, 2019
@pillole_di_storia Profile picture

@pillole_di_storia

Rome, Italy

9 febbraio 1849. L'Assemblea costituente da poco istituita nello Stato pontificio proclama la decadenza del potere temporale del papa e annuncia che lo Stato avrebbe assunto «il glorioso nome di Repubblica romana» adottando come forma di governo «la democrazia pura» e avrebbe stabilito col resto d'Italia «le relazioni che esige la nazionalità comune». Era il primo passo verso la realizzazione di quella "Costituente italiana" che avrebbe dovuto fondare la costruzione dell'unità nazionale su base democratica e non dinastica.
#pilloledistoria #storiaditalia #italia #papa #PioIX #Roma #repubblica #romana #storiacontemporanea #riforme #ottocento #stato #pontificio

9 febbraio 1849. L'Assemblea costituente da poco istituita nello Stato pontificio proclama la decadenza del potere temporale del papa e annuncia che lo Stato avrebbe assunto «il glorioso nome di Repubblica romana» adottando come forma di governo «la democrazia pura» e avrebbe stabilito col resto d'Italia «le relazioni che esige la nazionalità comune». Era il primo passo verso la realizzazione di quella "Costituente italiana" che avrebbe dovuto fondare la costruzione dell'unità nazionale su base democratica e non dinastica.
#pilloledistoria #storiaditalia #italia #papa #PioIX #Roma #repubblica #romana #storiacontemporanea #riforme #ottocento #stato #pontificio
198 6 9 February, 2019